f
 
 
Infanzia

Area Evolutiva - Biofeedback e Neurofeedback

Il Biofeedback è una procedura non invasiva di autoregolazione attraverso la quale la persona impara a controllare le proprie risposte fisiologiche, mediante un sistema di registrazione e retrazione delle stesse al fine di migliorare la salute e la prestazione.

Tale autoregolazione avviene attraverso un’informazione di tipo acustico o visivo (feedback) ottenuta in tempo reale con un segnale restituito dallo strumento e proveniente dai seguenti parametri biologici della persona:

  • attività muscolare
  • attività delle ghiandole sudoripare
  • temperatura periferica
  • frequenza cardiaca e variabilità cardiaca
  • frequenza respiratoria

Il Neurofeedback è uno strumento che registra l’attività elettrica della corteccia cerebrale, in modo non invasivo, attraverso piccoli sensori posti sul capo in determinati punti.  L'elettroencefalogramma elaborato da un computer in tempo reale, fornisce l’informazione riguardante lo stato di attivazione corticale che riflette specifici stati mentali e permette alla persona di apprendere  a modulare e autoregolare il proprio sistema nervoso centrale.

Dopo un’attenta valutazione delle caratteristiche individuali attraverso il Profilo Psicofisiologico con Biofeedback e Neurofeedback, la persona partecipa attivamente al processo terapeutico con un percorso che varia da 15 a 40 sedute di training, imparando a riconoscere, utilizzare e modificare i propri parametri biologici per equilibrare lo stato psicofisico. 

Le ricerche scientifiche e la pratica clinica hanno dimostrato l’efficacia dell’utilizzo all’interno della terapia cognitivo-comportamentale di tecniche come il Biofeedback e Neurofeedback nel migliorare la sintomatologia di alcune patologie dell’età evolutiva.

Secondo la classificazione del National Institute of Health – USA si tratta di interventi che permettono alla persona di avere un ruolo attivo, non sono tecniche invasive e stimolano le naturali risposte di guarigione dell’organismo  attraverso la gestione di alcune funzioni fisiologiche che normalmente sfuggono al controllo cosciente del bambino.

La terapia con Bio e Neurofeedback insieme alla psicoterapia cognitivo e comportamentale riduce in modo significativo la sintomatologia in diverse patologie; in particolare: Deficit di attenzione e Iperattività, Cefalea ed Emicrania, Disturbi d’Ansia e Fobie, Disturbi dell’Umore, Disturbo Post-Traumatico da stress.

Tra le attività scientifiche del settore si segnala la partecipazione al Convegno Internazionale "17th Annual Meeting della Federazione Europea Biofeedback (BFE)", con contributi originali degli specialisti di Medicina e Sviluppo.